Non solo tecnologia: anche un pranzo alla birreria Forst può essere pagato con l’innovativa criptomoneta elettronica che non prevede commissioni

fonte: http://www.trentotoday.it/economia/bitcoin-trento-dove-tim-apple-ristoranti.html

Anche in Trentino Tim e Appple dicono sì al bitcoin: la criptomoneta “virtuale” sarà accettata per gli acquisti presso il Centro Tim di piazza Duomo e l’Apple Premium Reseller di Trento.
Il bitcoin è una criptomoneta digitale open-source fruibile via internet e accessibile attraverso il proprio smartphone. Basta scaricare l’apposita applicazione sul proprio smartphone, avvicinarsi al QR code mostrato dal negoziante e il gioco è fatto.
Il bitcoin è una moneta creata nel 2009 da Satoshi Nakamoto, nominato al Nobel per l’economia per il 2016. Scambiato in tutto il mondo con le altre monete, nel 2015 il prezzo di 1 bitcoin ha registrato una variazione tra i 150 e i 400 euro. A metà 2016 vale circa 550 euro

…. guarda quanto vale oggi http://coinmarketcap.com/

Con il sistema di pagamento in bitcoin, il commerciante non deve pagare alcuna commissione, come accade invece con le comuni carte di credito o con il bancomat – spiega Nicola Vaccari, responsabile commerciale per il Trentino Alto Adige e product manager di inbitcoin – e in più, anche se il cliente paga in bitcoin, il commerciante riceve direttamente euro.
Del resto in Trentino sono tanti i turisti di passaggio che chiedono di pagare in bitcoin: si tratta soprattutto di tedeschi e olandesi, ma stanno crescendo anche i clienti italiani.
È un sistema veloce, sicuro perché del tutto tracciabile grazie alla tecnologia che ne è alla base. In più è assolutamente comodo, visto che per pagare basta solo il proprio smartphone.
E, grazie a inbitcoin, i clienti potranno pagare in bitcoin anche al ristorante, andando a mangiare alla Birreria Forst di Trento“.

Lascia il tuo commento

Lascia il tuo commento