Il rialzo del valore dei bitcoin e’ anche legato al superamento della crisi provocata sul mercato dell’improvviso stop alle transazioni, avvenuto proprio nel febbraio 2014, di Mt. Gox.

fonte: http://www.corrierequotidiano.it/1.57183/economia/1097/bitcoin-prezzo-al-top-da-3-anni-pesano-trump-yuan-e-referendum
pubblicato il 3 dicembre 2016

Il prezzo dei bitcoin, la valuta virtuale, o criptovaluta che dal 2009 viene scambiata online e che non ha una banca centrale alle spalle, e’ schizzato venerdi’ sera a 777 dollari, il livello piu’ alto dal febbraio 2014.
Lo riporta MarketWatch. Secondo Charles Hayter, fondatore e amministratore delegato di Cryptocompare, societa’ che fornisce analisi di mercato sulla moneta digitale, l’aumento dei prezzi del bitcoin, che dipende unicamente dalla contrattazioni sul mercato, e’ legato a tre fattori: la vittoria elettorale di Donald Trump, la svalutazione dello yuan cinese e le preoccupazioni dei mercati per l’incertezza che potrebbe scaturire da un’eventuale affermazione dei No al referendum costituzionale italiano.

Il rialzo del valore dei bitcoin e’ anche legato al superamento della crisi provocata sul mercato dell’improvviso stop alle transazioni, avvenuto proprio nel febbraio 2014, di Mt. Gox, il piu’ popolare cambiavalute della moneta digitale. Mt. Gox, societa’ con sede a Tokyo, che gestiva quasi il 21% di tutte le transazioni in bitcoin e che faceva anche da banca per gli utenti, e’ scomparsa di fatto dal web, senza dare spiegazioni, provocando il panico sui mercati delle contrattazioni online.

I bitcoin si possono custodire su un borsellino digitale salvato sul proprio pc, oppure su degli exchange online come Mt. Gox.

I bitcoin circolano solo su Internet secondo regole prestabilite da quel gruppo di persone, celate dietro lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto, che nel 2009 ha ideato la criptovaluta. Nessuna azienda ne controlla il traffico, nessuna banca centrale li emette, non ci sono intermediari tra gli utenti.

Le monete si comprano su siti specializzati, il piu’ grande dei quali era MtGox, e sono generate online usando il processo ‘mining’.

I minatori sono operatori autorizzati che producono blocchi di bitcoin, secondo un sistema prestabilito, ricevendo in cambio un premio, poi li mettono in circolo, secondo un valore che e’ determinato dal mercato.

Area privata

 

Lascia il tuo commento

Lascia il tuo commento